Questo importo è calcolato automaticamente in base alle precedenti selezioni, e dovrai indicarlo nel modello di delega anche qualora il valore risulti pari a zero.

Detto importo è così determinato:
imposta di registro pari a:
1% del canone annuo per gli immobili ad uso strumentale per natura tra soggetti titolari di partita IVA, con minimo di € 67,00 in caso di prima annualità;
2% del canone annuo negli altri casi, con minimo di € 67,00 in sede di prima annualità;
per i contratti a canone concordato quest’ultima percentuale è applicata sul 70% del canone annuo di locazione;
€ 67,00 in misura fissa per la risoluzione del contratto.
Imposta di bollo pari a:
€ 16,00 per ogni 4 pagine di contratto più € 1,00 per ogni pagina contenente allegati (piantine o altro), in sede di prima registrazione.
Se, ad esempio, un contratto è composto da 5 pagine e contiene 3 allegati l’imposta di bollo sarà pari ad € (16×2)+3 per un totale di € 35,00.

N.B.: in caso di opzione per la cedolare secca non è dovuta né l’imposta di bollo né l’imposta di registro.

Le modalità di versamento sono specificate nel modello di delega.